Post

Maria di Nazareth, la tua sposa

Immagine
e la tua madre. 



Gesù, questo Vangelo dell’Annunciazione del tuo arrivo a tua madre, Maria di Nazareth, va accolto, come lei ha accolto te: con l’umiltà semplice e consapevole che la propria libertà è sicura solo in Dio, Eterno Amare.
Ringraziandovi perché ci guidate alla ricerca dell’umiltà orgogliosa della libertà e consapevole dell’amore che da lei nasce. Felice, allora, anche nel dolore dei vivere.
Capaci di vita e risurrezione anche nell’agonia e nella pena del male. 
Ascoltiamo la voce dell’angelo che ci narra il tuo arrivo, Signore.  

Ciao r 



Lc 1,26-38
“L’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallégrati, piena di grazia: il Signore è con te».
A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. …

Sei il Dio della vita

Immagine
sei il Dio dell'amore. In questo tuo vangelo sembri minacciare, Gesù.
Ma non è così. Stai solo chiarendo qual’è l’unica condizione per accedere a Dio, alla somma divinità dell’amore che vive in tutta l'immensità dell’esistere.Le tue parole sono luce e sostanza di questo amore, e ne sono anche le ombre di tenerezza.Sei diretto, Gesù amore: «se non vi convertite».
Così ci ricordi e ci chiedi, nello stesso momento, che se non cambiamo atteggiamento verso la vita, verso la grandezza dell'esistere e tutti i suoi amori, la nostra sorte non sarà diversa da quella di chi ignora l'amore.Ascoltiamoti. Lc 23,1-9
"Si presentarono alcuni a riferire a Gesù il fatto di quei Galilei, il cui sangue Pilato aveva fatto scorrere insieme a quello dei loro sacrifici. Prendendo la parola, Gesù disse loro: «Credete che quei Galilei fossero più peccatori di tutti i Galilei, per aver subito tale sorte? No, io vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo. O quelle d…

Il Padre misericordioso e Madre amante,

Immagine
Questo Dio che tu conosci e di cui ci parli, Gesù.


È quasi inutile commentare questa tua parabola, Gesù. Illustra benissimo da sola il miracolo permanente dell'Amore Dio che ci ama e ci salva oltre ogni nostro buio.
Ascoltiamo la tua voce da innamorate.

Lc 15,1-3.11-32
"Si avvicinavano a [Gesù] tutti i pubblicani e i peccatori per ascoltarlo. I farisei e gli scribi mormoravano dicendo: «Costui accoglie i peccatori e mangia con loro». Ed egli disse loro questa parabola:
«Un uomo aveva due figli. Il più giovane dei due disse al padre: “Padre, dammi la parte di patrimonio che mi spetta”. Ed egli divise tra loro le sue sostanze. Pochi giorni dopo, il figlio più giovane, raccolte tutte le sue cose, partì per un paese lontano e là sperperò il suo patrimonio vivendo in modo dissoluto. Quando ebbe speso tutto, sopraggiunse in quel paese una grande carestia ed egli cominciò a trovarsi nel bisogno. Allora andò a mettersi al servizio di uno degli abitanti di quella regione, che l…

Gesù supera ogni abisso

Immagine
Solo con la forza dell’Amore e dell’Umiltá.

“Abbiamo Mosé e i  profeti, Signore Gesù, ma abbiamo bisogno di te e del tuo amore”.
Questo è il grido che ti ha portato sulla Terra a condividere la nostra umanità, a caricarti il nostro peccato e a vincerlo con l’umiltà e l’amore. 
Perché ci hai amato e ci ami crediamo in te Sposo, re, fratello e Dio morto e risorto. 
Aiutaci e essere come sei tu. Amanti ricchi e umili.
ciao r


Lc 16,19-31
«C’era un uomo ricco, che indossava vestiti di porpora e di lino finissimo, e ogni giorno si dava a lauti banchetti. Un povero, di nome Lazzaro, stava alla sua porta, coperto di piaghe, bramoso di sfamarsi con quello che cadeva dalla tavola del ricco; ma erano i cani che venivano a leccare le sue piaghe. 
Un giorno il povero morì e fu portato dagli angeli accanto ad Abramo. Morì anche il ricco e fu sepolto. Stando negli inferi fra i tormenti, alzò gli occhi e vide di lontano Abramo, e Lazzaro accanto a lui. Allora gridando disse: “Padre Abramo, abbi pietà di me …

Dio è libertà

Immagine
e solo libertà di amare. 

Il centro della tua Bella Notizia, Gesù, è questo messaggio di liberazione da qualsiasi potere umano
Vale sempre la pena riascoltarti  con attenzione amorevole:
«Voi sapete che i governanti delle nazioni dòminano su di esse e i capi le opprimono. Tra voi non sarà così; ma chi vuole diventare grande tra voi, sarà vostro servitore e chi vuole essere il primo tra voi, sarà vostro schiavo. Come il Figlio dell’uomo, che non è venuto per farsi servire, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti».”.



Mt 20,17-28
“Mentre saliva a Gerusalemme, Gesù prese in disparte i dodici discepoli e lungo il cammino disse loro: «Ecco, noi saliamo a Gerusalemme e il Figlio dell’uomo sarà consegnato ai capi dei sacerdoti e agli scribi; lo condanneranno a morte e lo consegneranno ai pagani perché venga deriso e flagellato e crocifisso, e il terzo giorno risorgerà».
Allora gli si avvicinò la madre dei figli di Zebedèo con i suoi figli e si prostrò per chiedergli qualcosa. Eg…

San Giuseppe e il cuore semplice

Immagine
La fiducia dei puri di cuore è nell’amore che dona la vita. Questo insegna Giuseppe figlio di Giacobbe della casa di David. Il segreto di amare è la fiducia nell’amore. Anche se sembra avere la fragilità di un sogno


Mt 1,16.18.21-24
“Giacobbe generò Giuseppe,
lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù, chiamato Cristo.
Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. 
Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».
Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece c…

Assenza e perdono

Chiedo perdono a chi mi legge con tanta amicizia ma ho problemi con il mio sistema informatico personale e sarò assente per alcuni giorni, salvo che non trovi il modo di fare come voglio con questa trappola di apparato 
Ciao r