Il Transito di Maria a D**... e il nostro.

 
 
 
 
Lc1,39-56
«Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente»
 
 
 
 

 
"Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda.
Entrata nella casa di Zaccarìa, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo.
Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto».
Allora Maria disse:
«L’anima mia magnifica il Signore
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva.
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente
e Santo è il suo nome;
di generazione in generazione la sua misericordia
per quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio,
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni,
ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati,
ha rimandato i ricchi a mani vuote,
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva detto ai nostri padri,
per Abramo e la sua discendenza, per sempre».
Maria rimase con lei circa tre mesi, poi tornò a casa sua".





La traduzione di Enzo Bianchi dello stesso versetto scrive: «Il Potente ha fatto in me cose grandi».
Partiamo da qui.
D** fa cose grandi in Maria di Nazareth.
Ma chi è "Maria di Nazareth"? ... Ma la "Madonna" ovviamente! e lo si può dire perché nel tempo si perde il senso delle parole.
No.
 
 
 
 
 
Guardatevi attorno e osservate queste belle e giovani ragazze di 15 anni che vi trovate attorno.
Ecco, Maria di Nazareth è una di loro.
Con più riflessività e più preghiera. Ma si sta per sposare a un uomo che, bene che vada, ha il doppio dei suoi anni e che ha interessi e vita profondamente diversi dai suoi.
Ci credo che prega, anche se Giuseppe è buono, "un giusto", ed è buono già per Maria e per la madre di Maria e per tutta Nazareth.
Ma è sempre un estraneo, un altro "discendente di David", come Maria probabilmente. Così lei può solo pregare, perché sta andando a una vita che non conosce.
Poi.
Poi, o meglio "prima", "da sempre" ancora meglio c'è D**, e non un "dio" generico e confuso, no.
Proprio "quel" D** di cui Maria sa che non può pronunciare il Nome, perché è Santo.
Quel D** che è il Potente di Giacobbe, per identificazione. Perché l'unica forza di Israele è il Potente che l'ha voluto come suo popolo.
Anche questo Maria sa benissimo.
Ecco. Ora c'è D** che chiede a Maria la sua vita perché diventi madre di "Se stesso", cioè di D** stesso.
E Maria "Crede".
 
 
 
 
 
A che cosa crede, Maria? in che cosa lei vede un "adempimento" nelle parole che D** le rivolge?
Parole che, non dimentichiamolo mai, le chiedono tutta la sua vita, togliendola a Giuseppe e alla realtà del tempo di Maria, Nazareth e le sue famiglie.
Crede che D** è amore ed è amore per chi ne ha bisogno nella sua vita.
Umili e affamati.
E per questo va subito da Elisabetta, perché c'è bisogno e dove c'è bisogno c'è D** e coloro che ne assolvono le promesse qui tra noi.
Maria di Nazareth ha creduto nell'adempimento delle parole del Potente di Israele e ha creduto che queste parole di compissero in lei.
La prima delle grandi cose che D** ha fatto in Maria è stata la piena fiducia che Maria ebbe, e subito, di portare in sé e nelle sue azioni D** stesso, il Potente, e di portarlo come indifeso e affamato, come umile e bisognoso di caldo.
Maria ha creduto che lei lo poteva fare perché così D** le ha detto.
Per questo il suo corpo non conosce corruzione, perché è stato investito dall'Amore D** che tutto crea sempre nuovo.
Ma così deve essere per ciascuna di noi.
Così sarà, se lasciamo che la "fede" di D** in ciascuna di noi operi nelle libertà di amare, nutrire, far crescere quelle che sono le "grandi cose" che il Potente fa in noi.



ciao r


Commenti

Post popolari in questo blog

Magnanimità e speranza: Gesù

L'amore è il regno dei cieli...

Il perdono è di D**...