Dio è Amore




Le nostre ansie
ahi!
quanto piccine amor mio,
le nostre ansie paure
cieche
delle nostre volontà di bene
così ben vedenti, invece,
da saper fare palchi terrazzamenti confini
etiche divieti
patiboli
dal basso dei quali impiccarti,
mia Dio. Amore.
Le nostre ansie ad amare e le paure
ahi!
quanto corte amor mio,
quanto brutali.
Queste nostre ansie zitte
davanti alle sovranità dei tuoi amori
amor mio abissale,
altissimo vuoto di luce,
profondità fosse amore di ombre libere
sconvolgenti di carezze e mani
tutti i miei poco.

E i nostri sponsali, amore,
le nostre ripetute nozze d'Amore
in tutte le successioni dei tuoi sfarzi
di farti Dio in giochi d'amore
di essere Dio in mutamenti di sensi
...
perdendomi così,
perdendomi la vita
- le mie settanta volte sette vite
tutte umane -
nelle inconcluse diversità dei tuoi amarmi.

Dio,
mia...



«E il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno amato più le tenebre che la luce, perché le loro opere erano malvagie. Chiunque infatti fa il male, odia la luce, e non viene alla luce perché le sue opere non vengano riprovate. Invece chi fa la verità viene verso la luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio». (Gv 3,16-21) 




Il tuo amore vale la pena raccontarlo davvero, amore mio.

Per questo riprendo anche la seconda parte del Vangelo di oggi, dove tu parli a Nicodemo e gli racconti come in te non c'è peccato. Non perché facciamo solo il bene, ma perché appaia chiaro che tutto quello che facciamo non lo facciamo per conto nostro o per merito nostro. Ma lo facciamo soltanto in Dio.
Nella tua luce, amore mio.

ciao r



Commenti

Post popolari in questo blog

Magnanimità e speranza: Gesù

Lazzaro e noi; la metafora...

Il perdono è di D**...