Ai miei amici ed ai lettori occasionali

Qui ci fermiamo.
Volevo ringraziare i miei tre amici fedeli che non mi hanno mai abbandonato e tutti quelli che, una volta o l'altra, mi hanno visitato.
Volevo ringraziare anche chi mi ha seguito sempre, pure senza dichiararlo mai.
Mi fermo per qualche giorno e poi, con alcuni cambiamenti grafici e di stile, riprenderemo con lo stesso nome e con lo stesso scopo.
Portare la Parola di Dio come un asino porta un carico. Lento e quieto, ubbidiente e docile alla voce dei suo padrone, privo di alcun merito sulla bellezza e l'utilità del dolce carico che trasporta.
Fino a che Lui vorrà.



(e cinque altre foto della serie per salutarvi da qui)














Gioia in Gesù Risorto.

ciao
r

Commenti

Post popolari in questo blog

Magnanimità e speranza: Gesù

Lazzaro e noi; la metafora...

Il perdono è di D**...