Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2017

Le priorità dell'amore...

Immagine
... sono la Presenza di D**.
Diciamo la verità, Gesù, è dura.«Il regno dei cieli è simile a un padrone di casa che uscì...»Il regno dei cieli, e non D** che tu chiami Padre, e noi Genitore e Santità Altissima.
Il regno dei cieli.Il regno dei cieli, quindi, è ciò che rovescia e cambia le logiche del mondo umano, è quel luogo d'amore dove si è sempre in tempo per... e, perciò, dove non conta il lavoro che si è fatto, ma conta soltanto di essere stati chiamati a farlo.Sembra la famosa "predestinazione" (troverai la tua strada, quella che D** ti chiede di fare, anche se ti sei perduto e non sai dove stai andando; anzi, è la condizione migliore).Eppure non mi sembra così. Se non altro perché in piazza bisogna andarci, ma poi, comunque, bisogna pure andare a lavorare, anche se per poco.
Perchè il tempo a noi sembra poco, ma per D** Padre e Genitore ce n'è sempre abbastanza; purchè si scelga di lasciarlo fare, purché si lasci la propria vita fino a quel punto sprecata nelle …

Il perdono è di D**...

Immagine
...perché D** è Potenza ad amare.
Siamo invitati da te a essere perfetti come il Padre, che è nei cieli. Ci dici che dobbiamo essere perdono, cioé amore. Un amore che accoglie gli errori delle persone attorno a noi, così come accoglie i nostri errori.Ma noi siamo in terra, Gesù, e noi abbiamo troppo spesso grandi difficoltà a essere soltanto amore.Ma tu lo sai, e questa parabola ci insegna che sull'amore e sul perdono dobbiamo partire da noi stessi, e non dagli altri.Se ci amiamo davvero, allora - davvero - possiamo amare anche le persone attorno a noi.Ascoltiamo la tua voce.  Mt 18,21-35 "Pietro si avvicinò a Gesù e gli disse: «Signore, se il mio fratello commette colpe contro di me, quante volte dovrò perdonargli? Fino a sette volte?». E Gesù gli rispose: «Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette.
Per questo, il regno dei cieli è simile a un re che volle regolare i conti con i suoi servi. Aveva cominciato a regolare i conti, quando gli fu presentato un ta…

in Gesù e con Gesù...

Immagine
… la comunione – e la comunità – è sempre perdono.
Oggi ci dai istruzione sulla comunità. Gesù.Ci dici il come del fatto di stare insieme nel tuo nome e nel tuo amore.Ci racconti alcune cose delle Comunità che vivono nel tuo nome e con/per la tua Parola.Al centro c’è una tua frase famosa, che ci è servita, anche, per coprire molti nostri errori. E molte colpe verso la Comunione tra di noi umani e con te. «Tutto quello che legherete sulla terra sarà legato in cielo, e tutto quello che scioglierete sulla terra sarà sciolto in cielo»Bisogna cercare di ascoltarti, dobbiamo fare silenzio per ascoltare la tua voce che ci parla di come si ama, di come D** è soltanto amore nella sua natura eterna e inviolabile. Dobbiamo essere silenzio per ascoltare il tuo amore che ci suona, che suona noi dentro di noi, tutte le sue armonie e i suoi ritmi.Ascoltiamo.
Mt 18, 15-20 «Se il tuo fratello commetterà una colpa contro di te, va’ e ammoniscilo fra te e lui solo; se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo …

Diietro a Gesù...

Immagine
... lì, dove è la vita.


Sai, Gesù, davanti a questo brano penso sempre se io sarei stato capace, come Pietro, di prenderti da parte e di smentire la tua parola davanti a questo annuncio della tua sofferenza.
Certo, l'avevi appena lodato e così, forse, si sentiva investito da te di ruolo. Anche verso di te.
Ma insomma, Gesù, ti smentisce in piena regola. 

Tu annunci la tua passione, morte e resurrezione e Pietro, senza capirci molto, peraltro, ti smentisce:
«Dio non voglia, Signore; questo non ti accadrà mai».
E così tu, Gesù, che poco prima lo hai chiamato "beato" e gli hai detto che seguiva le ispirazioni del Padre, adesso lo cacci indietro in malo modo.
«Va’ dietro a me, Satana! Tu mi sei di scandalo, perché non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini!».

E davanti a una durezza cosi improvvisa sembra strano pensarlo e dirlo, ma proprio qui si riconosce tutto il bene che tu vuoi a Pietro, e agli altri e altre. 
Perché tu vuoi che tutte e tutti accettino la soluzione della tua…