La pace e l'amore.

Gesù, tu sei la pace.
Tu sei anche l'amore. Quindi hai ragione a mettere innanzitutto l'amore, e l'amore libero, quello che viene dalle viscere del cuore.
«Se...».




Se uno ti ama, solo allora osserverà la tua parola.
Ha ragione Beppe, amico e fratello nel tuo Nome, che sottolinea la circostanza eccezionale che il tuo amore non dipende dalla osservanza della tua parola, ma esattamente il contrario.
Solo se ti amiamo possiamo osservare la tua parola.
Ma questo significa qualcosa, mi pare. Ma che cosa? Gesù Amore, aiutaci ad ascoltarti.





Gv 14, 23-29

«Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.
Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto.
Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi. Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore.
Avete udito che vi ho detto: “Vado e tornerò da voi”. Se mi amaste, vi rallegrereste che io vado al Padre, perché il Padre è più grande di me. Ve l’ho detto ora, prima che avvenga, perché, quando avverrà, voi crediate
».




 
Prenderete dimora presso di me, Voi, D** plurale e amante, Voi prenderete dimora nella mia casa, come in un tempio splendente della Vostra luce d'amore.
Ma c'è di più. Molto di più.




Tu hai parlato mentre eri vivo, ma non hai smesso di parlare.
Così ancora ci parli, perché la tua Parola è viva, e vive in noi e tra noi, insieme allo Spirito di Consolazione, a quel Paraclito, a quello Spirito di Difesa e Protezione che sei tu, nella tua vita che continua qui tra noi e con noi.
La tua Parola non è mai statica, non è mai ferma immobile a guardare il tempo che passa. La tua Parola è questo stesso spaziotempo che ci contiene e dentro cui noi siamo liberi di amare, ma dove possiamo amare solo se ti amiamo, perché tu ci ami.
E amandoti finisce ogni guerra.




Quindi la tua parola è pace.
Una pace che è dalla parte di D** cioè dalla parte stessa dell'umano nelle sue profondità d'amore, dove incontra D** che ci attende fedele al suo amore e alla sua parola di libertà. Fedele a te, Gesù Signore.
La tua pace che è dono d'amore e pace vera perché si dona alle altre persone attorno a noi e si crea come amore che produce e feconda e fa nascere altri amori.
Perché tu sei libertà e libertà nell'amore. Da diffondere a ogni costo e sopratutto della nostra vita. Perché solo tu rendi la nostra vita amore.
Capacità di amarci, amandoti.

ciao r






Commenti

Post popolari in questo blog

Magnanimità e speranza: Gesù

Lazzaro e noi; la metafora...

Il perdono è di D**...