La Chiesa di Cristo

Cos'è la "tua" Chiesa, mio bel Gesù?




Troppe risposte abbiamo dato finora, perché debba aggiungere la mia.
Ma ci sono tre punti, in questa tua Parola di oggi, da sottolineare con forza e vigore.

Ascoltiamoti.




+ dal vangelo secondo Matteo - Mt 18,15-20

«Se il tuo fratello commetterà una colpa contro di te, va’ e ammoniscilo fra te e lui solo; se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello; se non ascolterà, prendi ancora con te una o due persone, perché ogni cosa sia risolta sulla parola di due o tre testimoni. Se poi non ascolterà costoro, dillo alla comunità; e se non ascolterà neanche la comunità, sia per te come il pagano e il pubblicano. 
In verità io vi dico: tutto quello che legherete sulla terra sarà legato in cielo, e tutto quello che scioglierete sulla terra sarà sciolto in cielo.
In verità io vi dico ancora: se due di voi sulla terra si metteranno d’accordo per chiedere qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli gliela concederà. Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro».




Il primo me l'ha suggerito un tuo prete di Cagliari che ha messo in luce, in modo creativo, quel "avrai guadagnato tuo fratello" che vale da solo quasi tutto il tuo bell'annuncio.
Ma a questo aggiungo un secondo punto, per me assai forte.
"Se due di voi si metteranno d'accordo .... perché lì sono io in mezzo a loro".
E infine il terzo momento che precipita tutta questa tua bellezza nell'amore di Dio: "Tutto quello che legherete sulla terra sarà legato in cielo, e tutto quello che scioglierete sulla terra sarà sciolto in cielo".




Cosa guadagniamo in nostro fratello/sorella, se siamo in due o tre e stiamo pregando, sul mio peccato, sul peccato di mia sorella/fratello, sui nostri peccati, sulle nostre difficoltà a vivere le felicità che ci regali?
Qual'è il nostro guadagno?
Ma ovviamente solo l'amore della sorella/fratello.
Amore inteso "soltanto" come abissi di sentimenti passioni e intelletti plurari, non domabili, perché Dio amore non si doma. Dio si sceglie soltanto e soltanto dopo che Lei/Lui ci ha scelto, una a uno.

Guadagniamo amore.
Ma ce l'hai detto con chiarezza tante altre volte. Solo chi spende e investe nell'amore guadagna amore. Chi tenta di risparmiare amore perde anche quell'amore che aveva, perché l'amore marcisce dentro di lui/lei e diventa morte.

Quindi questo amore non è mai solitario, ma è sempre in "due o tre", è sempre in piccole comunità d'amore che si sono scelte e trovate, che si sanno correggere e accettare, che si accompagnano con gesti e cure d'amore.
L'amore è dono di sé all'altra e all'altro e nulla esclude da sè di ciò che è amore: dal sesso al cibo alla parola al gioco alla cura, a tutto quello di cui c'è bisogno e felicità.
Se ci amiamo, allora dobbiamo sapere che questo amore viene solo da Dio, l'abisso degli abissi dell'amore e la loro sorgente plurale.
Nessun amore, Gesù mio, è escluso dal tuo amore per ragioni etiche.
Le ragioni etiche stanno a zero davanti a te, perché tu sei Dio che diventa carne umana e si lascia uccidere da coloro che ama e che sta salvando.
Quale etica ti giustifica in modo coerente e non contradditorio?
Qui, infatti, c'è il terzo punto.

Tutto quello che legherete ... tutto quello che scioglierete.

Dio si fa cambiare da noi, Dio e il suo Regno sono costruiti da noi, da noi e da Dio.
Noi cerchiamo di mettere le nostre pietre più belle, i nostri ornamenti più prestigiosi, le nostre vittorie più sudate. Dio va in cerca dei nostri scarti nelle discariche delle nostre civiltà, dei rifiuti delle nostre bruttezze, delle nostre sconfitte e delle loro morti, e lì trova le pietre più belle, quegli ornamenti, e quei pilastri di bellezza e forza così intensa che mai noi neppure avremo potuto immaginare.

Che etica si può trovare in questa relazione "fisica e metafisica" tra noi e Dio?

Ecco.




Oggi che finalmente qualcuna delle diversità dei nostri abissi d'amore viene alla luce con tutte le sue ricchezze e povertà e nasce gridando di voler amare Dio per far diventare Dio più ricco ...
(Gesù! ... scusami! ... scusami davvero ma devo protestare! ... come facciamo noi ad "arricchire Dio"? Dio è oltre ogni ricchezza e non può essere arricchito dai peccati e dagli scarti che gli regalo! ... che cosa vuol dire "appunto"? ... uffa, Gesù, .... ufffffaaaa!!! ... ti amo, troppo di meno di quanto tu ami me, ma ti amo ... lo stesso. Così impari. Ecco.)


ciao r





Commenti

Post popolari in questo blog

Magnanimità e speranza: Gesù

Lazzaro e noi; la metafora...

La parola e l'amore...