la pianta dell'Amore

«In verità, in verità io vi dico: se chiederete qualche cosa al Padre nel mio nome, egli ve la darà. Finora non avete chiesto nulla nel mio nome. Chiedete e otterrete, perché la vostra gioia sia piena.
Queste cose ve le ho dette in modo velato, ma viene l’ora in cui non vi parlerò più in modo velato e apertamente vi parlerò del Padre. In quel giorno chiederete nel mio nome e non vi dico che pregherò il Padre per voi: il Padre stesso infatti vi ama, perché voi avete amato me e avete creduto che io sono uscito da Dio.
Sono uscito dal Padre e sono venuto nel mondo; ora lascio di nuovo il mondo e vado al Padre». 
(Gv 16,23-28) 








Appena qualche petalo, mio Re, e la tua fioritura è già completa e davvero tu fiorisci ogni giorno e porti frutti ogni mese regalandoci i tuoi doni dodici volte all'anno, e davvero le tue foglie guariscono nazioni. 
Perchè tu sei sbocciato dall'Abisso Celato che è Dio Amore Dio, e sei venuto a noi per noi, liberamente, con tutta la trionfante umiltà di Dio, tu il Figlio nato da donna, nato umano, fatto servo per liberarci della servitù, dalle spezzate incurvature del male.
Adesso sei nel PadreMadre ed in LuiLei ascolti guidi e consegni le nostre vite, affinché Dio Amore Dio sia presenza libera in ciascuno di noi e ci liberi come umani nella Chiesa e come Chiesa, la tua Vergine amante. 
Tu Re, tu Sposo, tu Signore, Tu Amato, Tu Amante.
Dio Amore Dio, benedetto nei secoli dei secoli. 
Grembo fertile di vita e d'amore. 
Libertà santa di amare.  
Vita, vergine sfrontata e feconda. 
Amore.


ciao r  

Commenti

Post popolari in questo blog

Magnanimità e speranza: Gesù

Lazzaro e noi; la metafora...

Il perdono è di D**...