Dove andare? perché andare?

11 gennaio 2012


Nel Vangelo di oggi, mio Re, ci indichi la direzione e lo scopo.


"In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, subito andò nella casa di Simone e Andrea, in compagnia di Giacomo e Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed ella li serviva.
Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano affetti da varie malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano.
Al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo deserto, e là pregava. Ma Simone e quelli che erano con lui, si misero sulle sue tracce. Lo trovarono e gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!». 
E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni."(Mc 1,29-39) 



La direzione è ovunque la Voce di Dio non sia ascoltata o non si senta, perché travolta dalla miseria della violenza umana.
Lo scopo è portare pace e pentimento, per l'orrore di male di violenza che noi siamo nel mondo.


Come qui.


http://clmr.infoteca.it/bw5net/opac.aspx?WEB=BLRT&OPAC=PPLI&IDS=91056


e qui


http://www.ilpost.it/2012/01/11/messico-video-aggressione/


e dove tu e soltanto tu puoi portare pace e guarigione.
Aiutaci a farlo, mio Re.


ciao
r









Commenti

Post popolari in questo blog

Magnanimità e speranza: Gesù

Lazzaro e noi; la metafora...

La parola e l'amore...