4 dicembre 2011, 2° domenica di Avvento

Che cos'é l'Avvento?


Mio Re.
Marco è il tuo evangelista di quest'anno liturgico.
Nell'ultimo capitolo prima della tua Passione ci raccomandi di fare attenzione ai segni che possiamo percepire e capire: «Dalla pianta di fico imparate la parabola: quando ormai il suo ramo diventa tenero e spuntano le foglie, sapete che l'estate è vicina». (Mc 13,28)
Ecco, mio Re, vorrei provare davanti a te a capire l'Avvento, questo periodo di penitenza e preghiera in attesa del ricordo, cioè, della conoscenza della tua incarnazione.
Quali sono i segni del tuo ritorno?
Non so dove posso guardare per vedere i rami del fico, per scorgere i segni della primavera, i cenni del tempo che cambia e della fioritura che arriva, il preannuncio della vita.
Ma non devo guardare lontano, Amico mio.
Confondo troppo spesso il caos dei troppi sistemi di comunicazione con il silenzio che tu chiedi per poterci far ascoltare la tua voce.
Ecco, mio Re, forse è questo il segno dell'Avvento che devo cercare.
Il silenzio in me ed attorno a me, il silenzio dove lasciar parlare il tuo amore di Dio Padre, per farlo crescere in me.
Ricerca del silenzio è, di nuovo e sempre, un inizio.



"Inizio del vangelo di Gesù, Cristo, Figlio di Dio. 
Come sta scritto nel profeta Isaìa:
«Ecco, dinanzi a te io mando il mio messaggero:
egli preparerà la tua via.
Voce di uno che grida nel deserto:
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri»,
vi fu Giovanni, che battezzava nel deserto e proclamava un battesimo di conversione per il perdono dei peccati. 
Accorrevano a lui tutta la regione della Giudea e tutti gli abitanti di Gerusalemme. E si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati. 
Giovanni era vestito di peli di cammello, con una cintura di pelle attorno ai fianchi, e mangiava cavallette e miele selvatico. E proclamava: «Viene dopo di me colui che è più forte di me: io non sono degno di chinarmi per slegare i lacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo»."  (Mc 1,1-8) 



ciao
r







Commenti

Post popolari in questo blog

Magnanimità e speranza: Gesù

L'amore è il regno dei cieli...

Il perdono è di D**...