8 ottobre 2011, sabato della XXVII settimana del tempo ordinario

"In quel tempo, mentre Gesù parlava, una donna dalla folla alzò la voce e gli disse: «Beato il grembo che ti ha portato e il seno che ti ha allattato!».
Ma egli disse: «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!»."  (Lc 11,27-28)




















«Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!».




È così semplice, mio Re.
Maria, tua mamma, non è "beata" perché ti ha portato in grembo e ti ha allattato; è beata perché ha creduto nella attuazione e nella verità della Parola di Dio.
Ed è perché ha creduto che ti ha portato in grembo e ti ha allattato.
Dio vede "il cuore", cioè  la nostra adesione reale, col corpo e con tutte le nostre forze di vita, e non ti accontenti delle nostre parole e dei nostri gesti.
Tu sei la Parola di Dio, che è vera perché si fa vera, diventa vera.
Per questo è beato chi crede nella verità della Parola di Dio e la osserva.
È beato chi crede in te e vive come tu hai vissuto.
Perché così e solo così partorirà Dio e lo nutrirà con il suo corpo.




ciao
r


Commenti

Post popolari in questo blog

Magnanimità e speranza: Gesù

L'amore è il regno dei cieli...

Il perdono è di D**...