25 ottobre 2011, martedì della XXX settimana del tempo ordinario

"In quel tempo, diceva Gesù: «A che cosa è simile il regno di Dio, e a che cosa lo posso paragonare? È simile a un granello di senape, che un uomo prese e gettò nel suo giardino; crebbe, divenne un albero e gli uccelli del cielo vennero a fare il nido fra i suoi rami».
E disse ancora: «A che cosa posso paragonare il regno di Dio? È simile al lievito, che una donna prese e mescolò in tre misure di farina, finché non fu tutta lievitata»." (Lc 13,18-21) 


















"E disse ancora: «A che cosa posso paragonare il regno di Dio? È simile al lievito, che una donna prese e mescolò in tre misure di farina, finché non fu tutta lievitata»."




Un lavoro lento, mio Re, che prende tutto il tempo che serve. Un lavoro che non siamo noi a fare.
Noi creiamo solo le condizioni. Poi tu fai tutto il resto.
Fai crescere l'albero della senape e fai lievitare la pasta.
Noi dobbiamo collaborare. Attivamente e docilmente alla crescita del Regno.
E poi il Regno non arriva tutto in una volta. Cresce piano piano e non sembra quello che poi diventa.
Dobbiamo avere pazienza e lavorare nel tuo amore per far crescere il Regno di Dio qui da noi. 
Per farti felice con la vittoria del tuo amore nella vita di ciascuno di noi.




ciao
r

Commenti

Post popolari in questo blog

Magnanimità e speranza: Gesù

L'amore è il regno dei cieli...

Il perdono è di D**...