8 settembre 2011, Natività della Beata Vergine Maria

"Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo. 
Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli, Giuda generò Fares e Zara da Tamar, Fares generò Esrom, Esrom generò Aram, Aram generò Aminadàb, Aminadàb generò Naassòn, Naassòn generò Salmon, Salmon generò Booz da Racab, Booz generò Obed da Rut, Obed generò Iesse, Iesse generò il re Davide.
Davide generò Salomone da quella che era stata la moglie di Urìa, Salomone generò Roboamo, Roboamo generò Abìa, Abìa generò Asaf, Asaf generò Giosafat, Giosafat generò Ioram, Ioram generò Ozìa, Ozìa generò Ioatàm, Ioatàm generò Acaz, Acaz generò Ezechìa, Ezechìa generò Manasse, Manasse generò Amos, Amos generò Giosìa, Giosìa generò Ieconìa e i suoi fratelli, al tempo della deportazione in Babilonia.
Dopo la deportazione in Babilonia, Ieconìa generò Salatièl, Salatièl generò Zorobabele, Zorobabele generò Abiùd, Abiùd generò Eliachìm, Eliachìm generò Azor, Azor generò Sadoc, Sadoc generò Achim, Achim generò Eliùd, Eliùd generò Eleàzar, Eleàzar generò Mattan, Mattan generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù, chiamato Cristo.
Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. 
Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».
Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: «Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio: a lui sarà dato il nome di Emmanuele», che significa Dio con noi. "  (Mt 1,1-16.18-23) 












"Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: «Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio: a lui sarà dato il nome di Emmanuele», che significa Dio con noi".




Oggi è nata Maria, Madre e Vergine.
La ragazza Maria, che concepisce il Figlio. 
La donna Maria, che si lascia trasformare in Arca della Testimonianza di Dio agli umani.
Maria, beata per sempre, perché ha creduto alla parola del Dio nascosto.
Maria, madre come tutte le madri, ma il Figlio che partorisce è il Dio che l'ha creata.
Maria, donna come tutte le donne, ma il suo innamorato è Dio stesso, il Nome Santo, colui che non può essere visto, colui che sceglie Maria come luogo e tempio vivente del Suo Amore fin dal concepimento.
Maria, nostra madre sotto alla croce che segna l'unica vittoria umana di suo figlio.
Maria che crede in Cristo, Figlio di Dio, anche quando suo figlio Gesù è morto, infamato e offeso su di una croce.
Maria, Silenzio e terra, Silenzio e carne, Silenzio e amore, Silenzio e custodia, Silenzio e fedeltà, Silenzio e fierezza del cuore.
Maria, senza cui non c'è grazia e non c'è amore, perché Dio ha affidato tutto il suo Amore, intero, al grembo umano della donna Maria, fidandosi di questa ragazza di cui conosceva solo il cuore.
Maria che ci sorride perché conserva nel suo cuore tutti i nostri dolori, senza commentarli e senza giudicarli, perché ha ospitato Dio nel suo grembo e non gli ha chiesto: "Perché?".
Maria, donna e compagna di Dio, che l'Eterno s'è preso senza sposarla, perché Suo è il tempo e l'Eterno, suo è l'Amore. 
Maria s'è fidata di una parola di silenzio, s'è fidata del suo proprio turbamento, s'è fidata del suo grembo che le diceva di sì.
Maria, che ha fatto nascere Dio in un uomo e l'ha accolto come figlio e amore.




Ciao
r









Commenti

Post popolari in questo blog

Magnanimità e speranza: Gesù

Lazzaro e noi; la metafora...

La parola e l'amore...