06 settembre 2011, martedì della XXIII settimana del tempo ordinario

"In quei giorni, Gesù se ne andò sul monte a pregare e passò tutta la notte pregando Dio. Quando fu giorno, chiamò a sé i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede anche il nome di apostoli: Simone, al quale diede anche il nome di Pietro; Andrea, suo fratello; Giacomo, Giovanni, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Tommaso; Giacomo, figlio di Alfeo; Simone, detto Zelota; Giuda, figlio di Giacomo; e Giuda Iscariota, che divenne il traditore.
Disceso con loro, si fermò in un luogo pianeggiante. C’era gran folla di suoi discepoli e gran moltitudine di gente da tutta la Giudea, da Gerusalemme e dal litorale di Tiro e di Sidòne, che erano venuti per ascoltarlo ed essere guariti dalle loro malattie; anche quelli che erano tormentati da spiriti impuri venivano guariti. Tutta la folla cercava di toccarlo, perché da lui usciva una forza che guariva tutti."  (Lc 6,12-19) 














"Gesù se ne andò sul monte a pregare e passò tutta la notte pregando Dio. Quando fu giorno, chiamò a sé i suoi discepoli e ne scelse dodici"




Signore Gesù, mio Re, dobbiamo imparare da te sopratutto la preghiera e l'intimità col Padre, da cercare e chiedere, ma verso cui dobbiamo essere totalmente disponibili. Anche "tutta la notte".
Perché la preghiera e, in lei e durante lei, la presenza del Padre e dello Spirito in noi, ci serve "a scegliere". Cioè, la preghiera serve soltanto a fare ed agire lavorando al servizio di Dio Uno e Trino.
La preghiera non è consolazione (non solo ... la preghiera è anche il momento dell'amore ...), la preghiera è luogo del discernimento, spazio della mia vita in cui chiedo - anche tutta la notte - al Padre di aiutarmi a discernere ed a capire, muovendo anche te, mio Re Sposo, e lo Spirito di consolazione e di tenerezza che è sempre con noi, quando preghiamo. 
Perché noi non sappiamo pregare.
Gesù, Signore e Sposo, insegnaci a pregare. Ancora, sempre.


ciao
r

Commenti

Post popolari in questo blog

Magnanimità e speranza: Gesù

L'amore è il regno dei cieli...

Il perdono è di D**...