9 aprile 2011, sabato della 4 settimana di Quaresima

"In quel tempo, all’udire le parole di Gesù, alcuni fra la gente dicevano: «Costui è davvero il profeta!». Altri dicevano: «Costui è il Cristo!». Altri invece dicevano: «Il Cristo viene forse dalla Galilea? Non dice la Scrittura: “Dalla stirpe di Davide e da Betlemme, il villaggio di Davide, verrà il Cristo”?». E tra la gente nacque un dissenso riguardo a lui.
Alcuni di loro volevano arrestarlo, ma nessuno mise le mani su di lui. Le guardie tornarono quindi dai capi dei sacerdoti e dai farisei e questi dissero loro: «Perché non lo avete condotto qui?». Risposero le guardie: «Mai un uomo ha parlato così!». Ma i farisei replicarono loro: «Vi siete lasciati ingannare anche voi? Ha forse creduto in lui qualcuno dei capi o dei farisei? Ma questa gente, che non conosce la Legge, è maledetta!».
Allora Nicodèmo, che era andato precedentemente da Gesù, ed era uno di loro, disse: «La nostra Legge giudica forse un uomo prima di averlo ascoltato e di sapere ciò che fa?». Gli risposero: «Sei forse anche tu della Galilea? Studia, e vedrai che dalla Galilea non sorge profeta!». E ciascuno tornò a casa sua." (Gv 7,40-53)










"«Perché non lo avete condotto qui?». Risposero le guardie: «Mai un uomo ha parlato così!»."


La tua luce taglia e divide.
La tua luce fa apparire il vero; la tua luce dà luce a quella verità che chi è nel buio vede come falsità, e la vede falsità proprio perché sta nell'inganno.
Ed allora si inventa qualsiasi falsità per poterti catturare.
Ma tu non puoi essere catturato, perché basta ascoltarti per riconoscere che "Mai uomo ha parlato così".
La tua luce: fa crescere vita nella semplicità.
Come fiori.


ciao
r

Commenti

Post popolari in questo blog

Magnanimità e speranza: Gesù

L'amore è il regno dei cieli...

Il perdono è di D**...