3 Gennaio 2011, feria propria del giorno

"In quel tempo, Giovanni, vedendo Gesù venire verso di lui, disse: «Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo! Egli è colui del quale ho detto: “Dopo di me viene un uomo che è avanti a me, perché era prima di me”. Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare nell’acqua, perché egli fosse manifestato a Israele». 
Giovanni testimoniò dicendo: «Ho contemplato lo Spirito discendere come una colomba dal cielo e rimanere su di lui. Io non lo conoscevo, ma proprio colui che mi ha inviato a battezzare nell’acqua mi disse: “Colui sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo”. E io ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio»." (Gv.1.29-34)














«E io ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio»

Cosa vediamo, noi, nelle rupi e nelle fratture delle nostre città "cristiane"?
Dove vediamo, in questi meandri, scendere lo Spirito?
Quando vediamo che colui o colei che abbiamo di fronte è "il Figlio di Dio"?
I nostri ornamenti urbani sono sufficienti a far trattenere lo Spirito di Dio e Gesù Cristo Re nelle nostre città?
Dov'è il fuoco? dove la luce?
ciao
r

Commenti

Post popolari in questo blog

Magnanimità e speranza: Gesù

Lazzaro e noi; la metafora...

Il perdono è di D**...