25 gennaio 2011, conversione di san Paolo apostolo

"In quel tempo, [Gesù apparve agli Undici] e disse loro:
«Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato.
Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno»." (Mc.16, 15-18)












«Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura».

Mio Re, davanti alla mia città, dentro le mie strade di vite, in mezzo ai miei mari aperti al tempo, dentro le mie case confuse di esistenze, mio Re, qui ti canto.
Perché mi hai raggiunto.
Perché mi hai aspettato.
Perché mi hai sedotto.
Perché mi hai preso.
Perché mi hai trasformato.
Gesù, la tua Parola guarisce, ci fa camminare sopra scorpioni e serpenti, ci fa bere veleni che non ci fanno male, ci fa passere indenni in mezzo ad ogni male, guarendolo, curandolo, trasformandolo in bene.
Gesù mio, Re Giusto, facci diventare parole e corpi della tua Parola. Facci diventare le tue mani che guariscono. Facci diventare i tuoi occhi che sono bellezza.
Gesù, facci salire tua croce per liberare dalla croce chi è inchiodato in essa.
Gesù.
Ti ricordi di noi, ora che sei nel tuo Regno, lo so come so che ci vuoi vicini a te.
Eccoci, siamo qui.
Vieni, Signore Gesù, vieni presto e prendici con te.
ciao
r

Commenti

Post popolari in questo blog

Magnanimità e speranza: Gesù

Lazzaro e noi; la metafora...

La parola e l'amore...