Sabato 4 dicembre della 1° settimana di Avvento

"In quel tempo, Gesù percorreva tutte le città e i villaggi, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni malattia e ogni infermità.
Vedendo le folle, ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite come pecore che non hanno pastore. Allora disse ai suoi discepoli: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe!».
Chiamati a sé i suoi dodici discepoli, diede loro potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità.
E li inviò ordinando loro: «Rivolgetevi alle pecore perdute della casa d’Israele. Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date»." (Mt.9,35-10,1.6-8)





"Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date." 




Ma cos'è che ci chiedi? guarire? risuscitare? purificare?
Che cosa è questo che ci chiedi? andare a dire che il Regno dei cieli è vicino? andare dove? da chi?
Ma che cosa ci chiedi, per davvero?
"Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date".
Sempre, mio Re? 
anche contro morte? anche dentro sofferenze? 
Sempre, e sempre vivi dentro le minute differenze della vita, come colori del verde, come gesta d'autunno.


ciao
r



Commenti

Post popolari in questo blog

Magnanimità e speranza: Gesù

L'amore è il regno dei cieli...

Il perdono è di D**...